Roma: concorso di canto per bambini e ragazzi «I cuori cantanti»

Si è svolta il 14 maggio 2017, presso il Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma, la finale del primo concorso di canto per bambini e ragazzi «I cuori cantanti».

Compressed file

La manifestazione si è aperta con il saluto ai ragazzi da parte del direttore del Centro Russo di Scienza e Cultura Oleg Ossipovche ha esortato i giovani talenti a credere nelle proprie forze, così che con questa fiducia, unita a determinazione ed impegno creativo, possano arrivare ad un futuro pieno di successi, vittorie ed emozioni.

Si è poi passati alla sfida tra gli allievi dello studio corale «Orfej» (presso il Centro Russo), delle scuole russe di Roma «Kililliza», «Parola Russa», «Družba» e «Nikolaj Gogol», della scuola russa «Rosinka» (presso l’Associazione «Slavjane» di Napoli) e dell’Associazione «Insieme»di Napoli. Durante la gara i talentuosi cantanti – solisti e duetti di età compresa tra i 7 ed i 15 anni – hanno interpretato oltre 40 brani musicali.

Compressed file

I parametri di valutazione adottati dalla giuria sono stati dettati dal timbro, dall’intonazione, dal ritmo e dalla dizione, ma anche dall’interpretazione e dalla presenza scenica dei giovani artisti.

Compressed file

Molto coinvolgente è stata l’esibizione della band moscovita «Kids Singers» (direttore artistico Mark Sandler), alla quale poi è andato il Gran Premio della giuria. Nella fascia di età 7–11 anni ha trionfato Jaroslav Tkačenko. Elisa Campo si è aggiudicata il primo posto tra i ragazzi più grandi (12–15 anni). Il riconoscimento per il miglior duetto è andato invece a Francesco Prodon e Elena Barone.

Compressed file

La giuria, altamente qualificata a livello musicale, era composta dalla vincintrice di concorsi internazionali Ekaterina Zarečnaja (soprano), Margarita Skosarenko («Nikolaj Gogol»), Evgenija Nazarova («Kirillitsa»), Natalia Merkitan («Parola Russa») e Mark Sandler (Mosca).

Compressed file

Ai vincitori sono stati consegnati premi e certificati, e tutti i partecipanti hanno ricevuto la t-shirt con il simbolo del torneo: un ricordo che servirà da trampolino di lancio per nuovi, sempre più grandi, successi creativi.

Compressed file
Compressed file