Roma: al via la II edizione del Premio internazionale Puškin

Il 20 giugno 2017, presso la sede storica della Protomoteca del Campidoglio, con una cerimonia solenne, è stato conferito il prestigioso Premio Puškin. Tra i vincitori del premio il direttore dell’agenzia di stampa TASS a Roma e presso la Santa Sede Alexej Bukalov, distintosi per la sua attività giornalistica e letteraria, la talentuosa pittrice dei papi Natalia Tsarkova e la slavista Alessandra Carbone dell’Università di Pisa, premiata per la sua importante attività di ricerca.

Compressed file

Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco di Roma Virginia Raggi, l’ambasciatore della Federazione Russa presso la Santa Sede Alexandr Avdeev, il direttore della rappresentanza di Rossotrudničestvo in Italia Oleg Ossipov, i rappresentanti del corpo diplomatico, i personaggi più importanti della cultura italiana, i critici letterari e gli appassionati dei classici russi.

Nel suo discorso inaugurale, il sindaco Raggi ha sottolineato l’importanza dei legami che uniscono l’Italia e la Russia non soltanto nell’ambito umanistico, ma anche in molti altri aspetti. Gli organizzatori dell’evento hanno consegnato alla prima cittadina di Roma una medaglia in segno di riconoscimento per il suo impegno nello sviluppo dei rapporti bilaterali tra i due paesi.

Compressed file

La cerimonia è stata arricchita dal concerto del soprano Natalia Pavlova, pronipote di Leo Puškin (fratello minore del sommo poeta), con la partecipazione della poetessa Natalia Stepanova e dell’attore Vincenzo Bocciarelli.

Il premio è stato istituito dall’associazione culturale «Amici della Grande Russia» fondata ed animata dalla dott.ssa Yulia Bazarova, la quale ha definito l’evento un passo importante nella cooperazione culturale tra l’Italia e la Russia, e dal cav. dott. Paolo Dragonetti de Torres Rutili.

Compressed file