Friuli: Tavola rotonda internazionale sulla lingua russa

Dal 13 al 17 novembre 2016 la città di Udine ha ospitato una tavola rotonda internazionale sulla lingua russa. Il Forum «La lingua russa all’estero: relazione docente/allievo» ha esplorato i vari aspetti del plurilinguismo in Italia e negli altri paesi europei. Il forum ha visto protagonisti del dibattito esperti del settore russi, italiani, sloveni, norvegesi ed austriaci.

Compressed file

La tavola rotonda è stata organizzata dal Сentro per lo sviluppo transnazionale tra l'Italia e la Russia del Friuli-Venezia-Giulia (presidente Elena Tukshumskaja), in collaborazione con il Consolato Onorario della Federazione Russa a Udine, con la rappresentanza di Rosstrudničestvo in Italia, con l’Università degli Studi di Udine, e con il Governo di Mosca.

All’incontro sono intervenuti il Console Onorario della Federazione Russa a Udine Carlo dall’Ava, il direttore della rappresentanza di Rosstrudničestvo a Roma Oleg Ossipov ed il direttore della rappresentanza di Rosstrudničestvo a Ljubljana Yuri Metelev, la Prof.ssa Rosa Anna Giaquinta dell’Università degli Studi di Udine, il Prof. Yuri Prokhorov dell'Università Statale di San Pietroburgo e la Prof.ssa Natalia Krylova dell’Istituto degli studi africani dell'Accademia russa delle scienze.

Compressed file

Il sindaco del comune di Resia (Friuli) Sergio Chinese si è rivolto ai partecipanti nel dialetto resiano, una lingua minoritaria endemica della Val Resia, in Friuli, appartenente al gruppo linguistico slavo. Il sindaco si è detto deciso di correggere la percezione storica dei resiani come una minoranza etnica slovena, corroborata «ingiustamente» anche dalle autorità italiane, mentre in realtà sono un’etnia indipendente. L’intervento del sindaco ha confermato il grande interesse della comunità resiana nello sviluppo dei rapporti con la Federazione Russa.

Compressed file