A.Griboedov, diplomatico e scrittore – serata letteraria al Centro Russo di Scienza e Cultura

Nuovo successo per la rassegna artistico-letteraria dedicata alla vita e all’attività creativa dei grandi classici russi: il 13 febbraio 2019 al Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma è stato ricordato il noto diplomatico, scrittore, compositore e drammaturgo Aleksandr Griboedov.

Compressed file

In occasione della Giornata del Diplomatico che ricorre il 10 febbraio, l’appuntamento ha portato i partecipanti fra le pagine della storia della diplomazia russa, a partire dai tempi di Ivan il Terribile.

La serata è stata aperta dal consigliere dell'ambasciata della Federazione Russa in Italia Dmitry Gurin il quale ha ripercorso insieme agli ospiti del Centro le tappe più significative della diplomazia russa e della missione diplomatica condotta dal coraggioso Griboedov in Persia, a conferma del credo fatto proprio dai diplomatici russi di tutti i tempi: servire la patria, tutelando l’interesse pubblico.

Compressed file

La coordinatrice del progetto Irina Dvizova ha preso spunto dal ritratto di Aleksandr Griboedov di Ivan Kramskoj, dipinto per la Galleria Tret'jakov, per illustrare la personalità dello scrittore: un uomo colto, raffinato, autorevole. Il ritratto proposto in effetti era considerato il più veritiero dall'opinione pubblica. Particolare attenzione è stata dedicata all’opera letteraria più famosa di Griboedov, una commedia in versi, «Che disgrazia l’ingegno!» («Gore ot uma»). Scritta in giambi di lunghezza variabile, ha un dialogo sciolto e brillante: molti versi sono entrati a far parte del patrimonio proverbiale del russo parlato. Insieme alle opere del grande Puškin, la commedia di Griboedov costituisce una delle pietre miliari della lingua letteraria russa, così come il personaggio di Čackij, che si oppone all'egoismo e alle vedute ottuse del vecchio mondo.

Compressed file

La serata è stata corredata dall’esibizione del pianista Gianluigi Daniele il quale ha interpretato per gli ospiti della «Casa Russa» il Valzer in Mi Minore composto da Griboedov ed elencato tra i primi valzer di origine russa attualmente conosciuti.

Compressed file

All’evento erano presenti i rappresentanti dei corpi diplomatici esteri, i discendenti della famiglia nobile Olsufiev, ed inoltre linguisti, appassionati di lingua russa, numerosi studenti delle università romane e dei corsi di lingua russa del Centro stesso.

Si svolgerà il prossimo 10 aprile l’incontro successivo della rassegna, dedicato ad Aleksandr Ostrovskij. Per iscriversi sarà sufficiente inviare una mail all’indirizzo corsilingua@centroculturalerusso.it, indicando nome, cognome e numero di persone interessate a partecipare.