Serata in memoria del giornalista Aleksej Bukalov

Si è svolta a Roma il 14 marzo la serata in memoria del giornalista russo Aleksej Bukalov, da molti anni corrispondente italiano per l’agenzia di stampa TASS.

Compressed file

Per ricordare il giornalista, nell’aula magna del Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma si sono riuniti molti suoi amici, colleghi e conoscenti. Sono intervenuti l’ambasciatore della Federazione Russa presso la Santa Sede Aleksandr Avdeev, il direttore generale dell’agenzia TASS Sergej Mikhailov, il vice direttore della testata Mikhail Gusman e il giornalista Vladimir Pozner. L’evento si è concluso con la proiezione del documentario biografico «Krutaja lestniza» («Scala ripida» – Russia, 2018).

Compressed file
Compressed file
Sergej Mikhailov

Nato a Leningrado il 22 agosto del 1940, A.Bukalov si è laureato all'Università Statale di Mosca per le Relazioni Internazionali (MGIMO). Entrato in carriera diplomatica subito dopo gli studi, ebbe come destinazioni Somalia ed Etiopia. Ha inoltre svolto attività di giornalista per le testate «V mire knig» («Nel mondo dei libri») e «Novoe vremja» («Il nuovo tempo»). Nel 1991 è stato nominato direttore della rappresentanza dell’agenzia TASS in Italia. Bukalov è stato il primo giornalista russo ammesso al seguito papale, anche durante i viaggi dei pontefici all’estero. Abile scrittore, fu autore di numerosi romanzi e saggi, tra cui spiccano «L’Africa puškiniana» (2006) e «L’Italia di Puškin» (2007). Ha ricevuto molti riconoscimenti letterari, tra cui la medaglia Puškin, ed è stato insignito del premio speciale per il suo impegno volto a consolidare l’amicizia tra l’Italia e la Russia.

Compressed file
Vladimir Pozner