I Festival pianistico internazionale di musica russa al Centro russo

Il 22 e il 23 maggio al Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma è stato dato il via alle manifestazioni del I Festival pianistico internazionale di musica russa. Questa iniziativa si prefigge di consolidare i legami culturali che uniscono la Federazione Russa agli altri paesi del mondo grazie alla musica – un linguaggio universale che parla direttamente al cuore.

Compressed file

Il programma del Festival prevede numerose attività, tra cui concerti di musica pianistica russa, workshop e conferenze artistiche che si svolgeranno in ben 11 paesi. Il progetto è stato inaugurato a Erevan per poi spostarsi a Buenos Aires, Tel Aviv, Berlino, Astana, Parigi e Minsk.

Il Festival è stato ideato e realizzato dall’organizzazione no-profit «Ecologia della cultura», con il sostegno di Rossotrudničestvo e con i finanziamenti della Fondazione del Presidente per le borse di studio. La direzione artistica del Festival è stata affidata all’artista emerito della Federazione Russa Yuri Bogdanov, docente presso il dipartimento UNESCO dell’Accademia «Gnessin» di Mosca.

Compressed file

Nelle giornate del 22 e 23 maggio il maestro Bogdanov ha condotto una serie di masterclass in pianoforte, con la partecipazione di alcuni pianisti italiani, seguiti sia dai giovani talenti sia dai musicisti affermati. L’incontro si è svolto con il coinvolgimento e la partecipazione del pubblico desideroso di confrontarsi con un grande professionista internazionale. Nel corso della serata sono stati affrontati argomenti di grande attualità quali il perfezionamento di tecnica pianistica e le possibili tappe di una carriera di successo.

Compressed file

Gli appuntamenti del Festival si sono conclusi con il concerto pianistico di musica classica tenutosi presso la splendida sede del Centro Russo il 23 sera, che ha visto protagonisti il maestro Bogdanov e il docente del Conservatorio «Verdi» di Milano Vincenzo Balzani. L’evento è stato inaugurato dal direttore del Centro Oleg Ossipov. I talentuosi musicisti hanno interpretato per gli ospiti della «Casa russa» le opere più suggestive di Arenskij, Čajkovskij, Musorgskij, Rachmaninov e Skrjabin.

Compressed file
Vincenzo Balzani
Compressed file
Yuri Bogdanov

I conduttori della serata hanno parlato, in russo e in italiano, dei diversi aspetti della vita musicale dei compositori russi e della creazione di alcune delle loro opere. Il concerto ha suscitato grande risposta e straordinaria partecipazione del pubblico romano.

Compressed file