«Russia - Italia. Attraverso i secoli»: Festival dell’arte russa

Alla vigilia delle festività natalizie, il Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma ha organizzato una lezione aperta per bambini e ragazzi sull’animazione di burattini. Per l’occasione presso il Centro è stata allestita una mostra di cartoline natalizie provenienti dalla collezione del Museo Centrale Statale di Storia Contemporanea della Russia.

Compressed file

La lezione aperta è stata condotta da Maria Muat, una delle figure più rilevanti dell’animazione russa, allieva del celebre burattinaio russo Sergej Obraztsov (fondatore del Teatro Centrale Statale dei Fantocci di Mosca). Il laboratorio è stato aperto con un cartone animato d’autore sul tema natalizio: i ragazzi sono rimasti colpiti dalle avventure della protagonista, ambientate nel mondo fiabesco.

Compressed file

Direttrice artistica dello studio «Pchela» e membro dell'Accademia russa delle arti cinematografiche «Nika», Maria Muat è un’animatrice pluripremiata nonché artista emerita della Federazione Russa. Insieme ai giovani spettatori l’autrice ha ripercorso il processo di creazione di un cartone animato e, per la grande felicità dei bambini presenti, ha presentato i prototipi dei personaggi della storia proiettata in apertura.

Compressed file

La serata è proseguita con l’inaugurazione della mostra di cartoline natalizie della prima metà del ‘900, originariamente realizzate con la tecnica di cromolitografia. I biglietti natalizi in esposizione, molto diffusi all’epoca, illustrano le tradizioni festive di una volta.

Compressed file

La mostra si concluderà il 30 dicembre, e sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:30; il sabato dalle 10:00 alle 18:00 (entro il 21 dicembre compreso).

***
Il Festival è stato istituito nel 2004 in occasione del 500° anniversario dei legami diplomatici fra la Russia e l’Italia. L’evento si prefigge di creare un clima favorevole allo sviluppo di rapporti di cooperazione e partenariato reciprocamente vantaggiosi, all’insegna dei valori culturali, spirituali, morali ed etici comuni per i popoli dei due paesi. 

Tra gli organizzatori del Festival, il Ministero della Cultura della Federazione Russa, il Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa e il Centro dei festival cinematografici e dei programmi internazionali, con la partecipazione dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia e dell’Ambasciata della Federazione Russa presso la Santa Sede. Il Festival si svolge nell’ambito del programma di eventi ufficiali del Forum delle società civili russo-italiano «Dialogo. Italia-Russia».